martedì 29 marzo 2016

IdeONA

Ciao gggente! Dato che al momento non ho voglia di recensire nulla, ho avuto un'idea piuttosto nerdosa.

Che ha a che fare con i Pokémon. YES. OUI. E soprattutto TAK.
Prima del salto, vi consiglio di mettere questa canzone come sottofondo musicale:

venerdì 25 marzo 2016

Non ho voglia!

Ciao ragazzi...io sto bene ed è da gennaio che sono impegnata in vari progetti di volontariato che non mi tratterò a descrivere perché questo non è un blog privato. E dopo il primo progetto ho iniziato una nuova avventura...sempre di volontariato, anche se non occupa tutto il tempo e perciò vorrei affiancarla a un'esperienza di stage o lavoro. Comunque sarei disposta anche a un lavoro non relativo alle mie competenze principali...ma vedremo, vedremo.
Quindi sappiate che sono viva, vegeta e per niente disoccupata (questa è l'unica settimana libera perché...beh, Pasqua!).

Di che cosa non ho voglia?
Ultimamente non ho molta voglia di vedere serie tv in modo compulsivo (cosa che ho fatto a dicembre, l'unico -NOIOSISSIMO- mese libero...e l'ho fatto perché sono stata abbastanza sola a casa -ah, detesto stare da sola) e soprattutto NON ho molta voglia di scrivere sul blog.
Gumball esprime il mio stress da blogosfera!
Sì, avete letto bene.
Da una parte mi sento un po' scoraggiata perché a parte per i fan di Gumball e Alvin, per il resto il mio blog non offre contenuti chissà quanto rivoluzionari per i fan degli altri cartoni e ogni volta che voglio imbarcarmi in un progetto rivoluzionario su altri cartoni o non ho tempo o ci spendo su troppo tempo. Vedrò come ottimizzare il tutto, ma al momento risulta stancante il solo pensarci.
In secondo luogo, mi sembra che il trend su internet sia quello di guardare serie tv (animate o con attori in carne ed ossa) il più velocemente possibile e soprattutto in più grande quantità possibile...l'anno scorso per via del mio stancante tirocinio (dovevo farlo, sennò sarei ancora bloccata in un certo luogo), non avevo voglia di uscire e perciò mi rintanavo a casa ogni sera a vedere i Favolosi Tiny (che mi sono piaciuti, ma che ho visto veramente così in fretta che alla fine non me li sono goduti). Amo ancora i cartoni e i film, ma vederli in modo così compulsivo, uno dietro l'altro, risulta stressante. E soprattutto, per fortuna l'ho imparato a gennaio a inizio del mio primo lavoro, vedere serie tv da soli quando c'è qualcun altro che non conosci bene è...infantile e stupido! Le persone sono molto più importanti (lo sono sempre state, ma prima pensavo che la fantasia e le persone reali fossero sullo stesso piedistallo, ora penso che gli amici reali siano migliori). Esempio: i Digimon non li trovo infantili e possono benissimo rappresentare persone reali di un gruppo reale (idea non mia), ma che tu li trovi infantili (non io, ma qualcuno che mi ha ispirato e con cui mi sono divertita! Quindi non siate cattivi nei commenti, ok?) o che tu li trovi fantastici ( io e CHI ha avuto l'idea di abbinare al suo team i vari protagonisti dell'anime)...una cosa è certa: se siete con qualcuno per molte ore al giorno, evitate di fare attività egoiste, nel senso che piacciono solo a uno di voi...ma condividete i punti in comune...che siano musica, racconti o qualsivoglia...basta che la passione o l'interesse sia in comune. Se dovete stare con qualcuno molte ore al giorno, isolarsi, tranne nei momenti di estrema stanchezza, nelle proprie passioni, che siano cartoni, film o altro, è un atteggiamento distruttivo.

Per fortuna me l'hanno fatto capire subito e così ho sfruttato a pieno anche i momenti morti in cui non c'era niente da fare. Come? Camminando, ascoltando musica SENZA cuffiette, parlando, ridendo a caso e MI SONO DISINTOSSICATA DALLA DIPENDENZA IN CUI ERO SCIVOLATA, PUR DA PERSONA SOCIALE ED ESTROVERSA, NEL MESE PRECEDENTE.
Quindi ne sono grata e ora le serie tv e i film li vedo sì ancora, ma sono tornata a vederne meno, in maniera misurata e soprattutto quando ne ho veramente voglia (anche se gli anime sono una droga...ed è per questo che non ne vedo molti...considerando il poco autocontrollo che ho avuto con le serie occidentali).

Mi sento molto meglio...

Ma allora perché non voglio scrivere? Un po' perché si fa a gara a chi vede di più per accumulare cultura e io le serie voglio vederle tranquillamente (poi ognuno fa quello che vuole, sia chiaro!), un po' perché devo imparare a reimpostare i miei post in modo che oggettività e soggettività siano di pari livello, un po' perché a volte il mio italiano è pessimo (scriverei volentieri in inglese molti articoli, ma alcuni come gli episodi di Alvin -sì, quel cartone è la ragione principale per cui la gente arriva sul mio blog- o gli episodi di Rocko -articolo con layout orrendo...perdonatemi- saranno sempre in italiano, poiché già presenti in inglese), un po' perché il volontariato che ora faccio (stesso ente, ma il mio compito qui è diverso) è veramente una responsabilità super-stimolante, e infine un po' perché dovrei riprendere a studiare per quello che farò in futuro o per il mio (spero) incombente lavoro o stage da affiancare al mio volontariato.
A volte penso anche di lavorare come cassiera o commessa, o in un hotel...perché proprio non riuscirei a stare con le mani in mano...anche se ho iniziato un nuovo progetto, con due attività mi sentirei super stimolata: uno è bello, due è anche meglio. (Poi magari rimarrà sempre uno, ma non demordo per il due!)

Ed è così...

IL BLOG NON CHIUDE. Non manderei mai in vacca quattro anni  di fatiche e gioie sul mio sito, a cui tengo un sacco.
Semplicemente al momento HO UN FORTISSIMO BLOCCO DELLA SCRITTRICE E SONO IPERSTIMOLATA DAI MIEI ALTRI PROGETTI.
Ho anche la sindrome del caps lock se non si fosse capito...
Mi giustifico perché anche se ho fatto altre pause in passato, quelle erano dovute solo al fattore studio, ma ora il fattore studio è un corollario (insomma, devo studiare ad allenarmi a fare bene il mio -futuro?!?- mestiere) e ci sono altri fattori prima descritti e più importanti che mi distolgono al momento dalla scrittura....e so che a qualcuno dispiacerà ma preferisco quello che succede nella mia vita al di fuori dal blog, anzi, proprio nel mondo reale.

Quando tornerò a scrivere? Quando vorrò. Potrebbe essere domani, quanto tra una settimana, un mese o sei mesi...quando avrò l'ispirazione. Anche perché non è indispensabile recensire cartoni. Stare con altre persone, quello sì che è indispensabile per un mondo migliore, passo dopo passo. Con una recensione di un cartone puoi istruire, ma rimarrà sempre un passatempo...di sicuro non fine a se stesso, ma solo un passatempo per le giornate piovose. Eccezione: commenterò i blog altrui, quello non stanca mai.

Sperando che questa giustificazione non suoni come aria fritta alle vostre orecchie, sappiate che se non scriverò sempre, o se scriverò a singhiozzi, o se diventerò silenziosa per mesi e mesi, c'è un motivo: ho voglia di provare nuove esperienze.

Detto questo, per il momento BUONA PASQUA se state leggendo questo post a marzo 2016, e al prossimo articolo se state leggendo questo post in un altro periodo.

Non è finita qui, davvero.








lunedì 14 marzo 2016

L'uovo di Pasqua Wal-cor di Alvinnn!!! and the Chipmunks

Ciao ragazzi,
sì ho 22 anni. Sì,nonostante ciò, ho comprato l'uovo di Pasqua di Alvinnn!!! and the Chipmunks (la nuova serie animata dedicata al franchise in onda su K2 e su Nick Jr) della Wal-cor.
Eccolo qui in una foto presa dal sito ufficiale:
La domanda è questa: comprarlo o non comprarlo?
Pregi: cioccolato al latte buono (200 g.) ma non eccelso, confezione colorata e allegra
Difetti: leggendo la targhetta dell'uovo che dice "ATTENZIONE: il temperino contiene una lama tagliente funzionale che potrebbe causare lesione" si suppone che la sorpresa contenuta nell'uovo sia sempre la stessa, e ciò viene anche indicato dalla macchia blu a destra di Alvin con su scritto "CON SORPRESA". Ho comprato solo un uovo e questa scritta mi ha distolto dal comprarne altri per paura di trovarmi con dei doppioni. La sorpresa in questione è piuttosto deludente: niente peluche, né pupazzetti con cui i bambini potrebbero giocare o da sfoggiare per i fan e i collezionisti...sarà forse perché i giocattoli ufficiali della serie saranno disponibili da questo autunno in poi? Può darsi, ma in passato sono stati prodotti giocattoli esclusivi del franchise, come, ad esempio, una collezione di pupazzetti dei Chipmunks e le Chipettes uscita in Spagna nella prima metà degli anni '90, quindi trovare un mini pupazzetto o peluche dei sei protagonisti mi avrebbe rallegrato non poco. E invece la sorpresa è composta da un temperamatite rosso e rotondo con sopra disegnato Alvin (saranno disponibili anche temperamatite con gli altri cinque?), una gomma bianca come tante gomme bianche disponibili al mondo con una targhetta di cartoncino (che bisogna tagliare almeno un po' per far uscire la gomma, rovinando così la targhetta) con disegnati Alvin, Simon e Theodore da una parte e il logo della serie dall'altra. Ma dico io, non sarebbe stata meglio una gomma bianca con su impresso il logo a colori della serie o un'immagine dei personaggi? E infine, è presente anche una matitina, con su disegnati in piccolissimo sia i Chipmunks che le Chipettes, di buona qualità, ma destinata a durare la metà di una matita normale.

Se siete fan dei Chipmunks, qualunque sia la vostra età, vi consiglio di comprare l'uovo solo per la cioccolata o, se proprio volete, per conservare il tagliando di cartoncino e la confezione...per il resto, la sorpresa contenuta risulta noiosa per il pubblico destinatario della serie (età media 3-12 anni) e anche per chiunque sia un fan della serie. Se siete genitori, evitate di deludere i vostri figli in questo modo...
Insomma, fan dei Chipmunks di tutte le età e genitori dei piccoli fan, aspettate che escano dei gadget seri ed evitate queste "truffe".


Petralia Alaskana (detta anche Tanya the Chipette)