domenica 15 febbraio 2015

Mr. Peabody e Sherman (2014) - la recensione del film Dreamworks!

Perchè festeggiare San Valentino quando puoi vedere un film d'animazione interessante che l'anno scorso ti eri persa, anche se avevi visto i trailer continuamente su BOING mentre aspettavi Adventure Time? E così, mi sono messa a vedere.... (ringrazio Roberto che mi segue su Google Plus per avermelo fornito)
Mr. Peabody & Sherman


  Mr. Peabody (il cane bianco) e il piccolo Sherman di 7 anni, non sono affatto personaggi nuovi, bensì, provengono dagli anni '60, dagli episodi del cartone L'improbabile storia di Peabody, contenuto nel cartone-contenitore chiamato The Rocky and Bullwinkle Show (il cartone di un'alce e di uno scoiattolo). Il film del 2014 è stato diretto invece da Rob Minkoff, in passato regista de Il Re Leone e di Stuart Little (sia il primo che il secondo), tre film che da piccola mi piacevano un sacco. 
Prima di iniziare a parlare del film, vi mostro gli originali Mr. Peabody e Sherman in versione limited animation, molto in voga nell'età oscura dell'animazione (nonostante fosse uscito in un periodo di crisi, The Rocky and Bullwinkle Show e i suoi relativi segmenti sono stati inseriti nel 2013 tra le migliori serie animate di tutti i tempi da TV Guide):
La trama del film: Mr. Peabody è un cane bianco che è sempre stato fuori dal comune. Al canile nessuno lo voleva perchè anzichè giocare a riporto, preferiva leggere i libri. Così, non fu adottato da nessun bambino e decise di diventare uno studente, e si laureò ad Harvard. Mr. Peabody ha costruito il Tornaindietro, una macchina del tempo sferica e rossa. Dopo aver visto il passato di Mr. Peabody, vediamo il cane e il piccolo Sherman in gita ai tempi di Maria Antonietta. Dopo alcune disavventure, i due tornano a New York City, ai nostri tempi ed è il primo giorno di scuola di Sherman. Durante la prima lezione, la maestra chiede ai bambini quale pianta fosse stata tagliata da George Washington da piccolo, e una bambina, chiamata Penny, risponde: "Un ciliegio"...ma prontamente Sherman la contraddice, dicendo che era solo un racconto apocrifo e cita suo padre Mr. Peabody, un cane. La bambina ne approfitta e in mensa inizia a compiere atti di bullismo, in modo molto grave e pesante, al piccolo Sherman, che la morde...allora Mr. Peabody viene chiamato a scuola dalla preside: se non farà qualcosa, il cane rischierà di perdere la custodia del bambino. Infatti, anche il piccolo Sherman è stato adottato, perchè Mr. Peabody ha visto in lui se stesso da piccolo, quando nessuno lo voleva. Quella sera, Mr. Peabody chiama a cena Penny e i suoi genitori, e la bambina inizia ad approfittarsene di Sherman e fargli bullismo, e Sherman, disobbendiendo a Mr. Peabody, le rivela l'esistenza del tornaindietro. 
Inizia così un'avventura nel tempo: prima nell'epoca dell'Antico Egitto, dove Tutankhamon vuole sposare Penny, che è innamorata di lui. Ma Tutankhamon morirà giovane (a 18 anni) e questo significa che la sua futura sposa farà una brutta fine. Mr. Peabody e Sherman salvano la piccola e viziata Penny e poi ripartono, ma, impossibilitati dal tornare nel presente, viaggiano fino all'epoca di Leonardo da Vinci, intento a dipingere La Gioconda insieme al suo modello, Monna Lisa, che non riesce a sorridere. Penny e Sherman iniziano a fare amicizia, mentre Sherman pilota il prototipo di aereo creato da Leonardo, in una scena che ricorda non poco Il Mondo è Mio di Aladdin. In seguito, i nostri eroi si imbattono per sbaglio nell'epoca della Guerra di Troia e... Mr. Peabody cade dal cavallo...credendo che il cane sia morto, Sherman e la sua (ormai) amica Penny partono verso il presente, nel momento in cui Mr. Peabody sta parlando con i genitori di Penny...ma un grosso equivoco porterà ad un paradosso temporale da sanare a tutti i costi. Come andrà a finire?
La trama del film è coinvolgente e davvero molto gradevole, non c'è nessun cattivo che vuole dominare il mondo, ma il cattivo è una ordinaria direttrice di una scuola elementare e il pasticcio è causato da un equivoco di un bambino adorabile. I personaggi sono semplici ma ben costruiti, Mr. Peabody è un simpatico so tutto io, molto comico, mentre Sherman è un tipico bambino di sette anni molto curioso ma che non sempre viene capito. Penny, invece, all'inizio è la tipica bulletta superficiale e viziata, poi, diventa una ragazzina simpatica e la migliore amica di Sherman. I genitori di Penny sono i tipici americani bianchi pieni di soldi, mentre sono molto divertenti le figure dei vari personaggi storici, viste in chiave comica (a partire da Maria Antonietta con la sua fissa per i dolci, per poi arrivare ai guerrieri greci e al toscanaccio Da Vinci). La soluzione finale è semplice e al contempo surreale, anche se non priva di una sua logica (se vi dico tempi verbali, voi cosa dite? - è una domanda criptica, ma ha il suo perchè) e poi, quando tutto è risolto, viene celebrato un matrimonio esilarante e buffissimo. 
Per quanto riguarda il comparto visivo, i design di Mr. Peabody e Sherman sono buoni, mentre gli altri personaggi umani sono più "generici", sia quelli di sesso maschile che quelli di sesso femminile. Le animazioni sono di qualità discreta, niente di eccezionale, svolgono bene il loro compito. Alcune scene, come quella di Anubis che sputa fuoco e con la folla al suo cospetto, sono animate veramente bene, altre, invece, hanno un design un po' troppo plasticoso (come la skyline di Firenze).
Eccezionale il doppiaggio italiano di Leonardo da Vinci e di Monna Lisa, l'accento toscano dona una qualità realistica e per niente anonima ai personaggi, che, si faranno ricordare per il tempo che viene. Se devo essere sincera, questa scelta di doppiaggio è una delle migliori in assoluto che abbia mai trovato vedendo un'opera d'animazione (anche il doppiaggio di C'era una volta...Pollon dà l'impressione che quell'anime sia...italiano), quindi è veramente un ottimo lavoro.
Mi dispiace aver snobbato questo film quando era in programmazione al cinema: l'anno scorso optai per vedere, nello stesso periodo, The Lego Movie, però devo ammettere che tra questi due cartoni usciti nel febbraio-marzo 2014, ho preferito Mr. Peabody & Sherman, con la sua trama meno convenzionale. Forse alcune gag sono un po' infantili (ad esempio, Mr. Peabody & Sherman che vengono espulsi dalle chiappe della Sfinge), ma complessivamente si tratta di una visione davvero soddisfacente! 
Alla fine dei titoli di coda, vediamo Mr. Peabody e Sherman in versione anni '60, chiudere la porta e andarsene via, e poi, dopo questa scena, oltre ai vari loghi (tra cui quello della 20th Century Fox) appare anche l'alce Bullwinkle.
Voto finale: 9/10

E per finire, una curiosità: Rocky e Bullwinkle sono stati citati nell'episodio Acme in via cavo televisivo de I Favolosi Tiny (serie di cui sto facendo un lungo progetto).
Quelli originali


E la loro parodia!
E anche per oggi è tutto....alla prossima!
-Petralia Alaskana- 

2 commenti:

  1. Il film mi è piaciuto molto, sopratutto perchè questi sono personaggi poco conosciuti in Italia.
    La DreamWorks ha saputo fare un bel film.
    Bella l'immagine finale dei Tiny Toon e del "The Rocky and Bullwinkle Show" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo con te! E grazie, sapevo ti sarebbe piaciuta ;)
      Ma da piccolo li avevi mai visti questi cartoni?

      Elimina