sabato 6 dicembre 2014

Lo straordinario mondo di Gumball - recensioni episodi terza stagione dal 12A al 13B

Salve ragazzi! Dopo un mese di pausa tornano le recensioni de Lo Straordinario Mondo di Gumball, e questa volta la serie ci propone un nuovo episodio di Halloween e uno nuovo speciale natalizio...ma bando alle ciance e iniziamo le recensioni!
*Ovviamente seguono molti spoiler...leggete a vostro rischio e pericolo*

 12A/B) The Mirror/The Man
Ecco il secondo episodio di Halloween della serie...e sorpresa, è uno dei rari casi in cui è molto meglio del primo! Quando vidi l'episodio di Halloween del 2012, a una prima visione, rimasi molto delusa e lo recensii male, poi l'ho rivisto, e nella recensione complessiva della seconda stagione, ho detto di averlo rivalutato. In questo episodio, Gumball continua a parlare della sua relazione con l'amata Nocciolina, e poi si catapulta al computer...scopre di essere vittima di una maledizione inviatagli tramite catena di Sant'Antonio. Perciò, quando va a scuola gliene capitano di tutti i colori... prima fa gli occhioni dolci a Nocciolina, e poi, per colpa dei suoi compagni di classe, fa arrabbiare la sua ragazza e poi, quando ritorna a casa, Richard, Anais e Nicole, tornati da un fastfood fuori da Elmore (perchè Richard è stato bandito dall'all-you-can-eat di Elmore per aver mangiato una sedia), vengono risucchiati dal nulla. Gumball vuole spezzare la maledizione, e per prima cosa, si reca dalla madre di Hector, che gli chiede degli ingredienti per una pozione antimaledizione e Gumball le porta anche una zampa di scheletro. La persona che ha causato la maledizione è un uomo che si era innamorato di una donna fantasma e il frutto del loro amore è Carrie, la fantasmina emo che molti fan adorano mettere in coppia con Gumball (devo essere sincera, per quanto coppia fanon, GumballxCarrie è molto più affascinante di Penball, ovvero Nocciolina -Penny- x Gumball). Carrie è andata nel mondo dei morti per prendere un libro con cui spezzare la maledizione, e dopo molte divertenti e spaventosamente surreali peripezie, Gumball, Carrie e Darwin riescono a far uscire il padre di Carrie dal muro. L'uomo però non può abbracciare la figlia, perchè è vivo e lei è un fantasma. Ebbene sì, il padre di Carrie cade involontariamente dalla finestra della casa dei Watterson e muore... così, la maledizione viene rotta e i genitori di Gumball ritornano. E mentre Carrie e suo padre si abbracciano... GUMBALL NON CE NE IMPORTA NIENTE CHE HAI LA RAGAZZA, NON SENTIRTI UN FIGHETTO! Onestamente adoro questo episodio, è piuttosto cupo, ma anche surreale. La morte del padre di Carrie è un tocco veramente sublime e anche maturo per una serie del genere. L'episodio rende ottimamente l'atmosfera halloweeniana, anche se non è dato per certo il periodo in cui è ambientato. Un classico istantaneo per questa terza stagione! Voto: 10/10
P.S.: Gumball che si vanta perchè ha la fidanzata è una perla assoluta di stupidità giovanile, proprio il tipico dodicenne che si crede sempre al centro del mondo.

Un'altra storia eccellente: è il compleanno di Nonna Jojo e presenta alla famiglia il suo nuovo fidanzato, un anziano topo chiamato Louie. Richard però è geloso e vuole impedire a sua madre di vedere il fidanzato. In questo episodio, scopriamo il passato di Richard e Nicole, quando Richard faceva le serenate alla sua allora fidanzata e quella doveva stare attenta al padre, che non sopportava il fidanzato. (Lo vedremo prima o poi il padre di Nicole?!? Sono proprio curiosa di vedere com'è fisicamente!) Questo episodio propone molte gag divertenti: quella di Richard che dice a Louie di andarsene via da casa Watterson e lo riporta indietro per scacciarlo, inoltre anche la gag dei vestiti stile Raperonzolo di Nonna Jojo per calarla giù dal suo amato è molto ben fatta, e anche la gag dell'inutile domino con i DVD (tra cui spicca quello di How to Ratatwang your Panda, ispirato ai cartoni brasiliani fatti in un pessimo 3D dalla Video Brinquedo), quando Louie in realtà era dietro la porta! E per finire...una sfida ultra mega super iper machista ed esilarante, che culminerà con la parte più difficile: lo sfogo delle proprie emozioni represse. Il finale dell'episodio è amaro, il padre di Richard in realtà non era andato a prendere il latte... ed ecco il secondo episodio di fila dove si scopre la morte di qualcuno. Voto: 10/10
 13A/B) The Pizza/The Lie
I Watterson hanno avuto tutti una giornata storta: mentre Nicole è stata fermata da Larry mentre guidava e dalla rabbia ha distrutto la macchina, fino a causare al veicolo un ammontare di danni superiore a quello originario, i ragazzi invece hanno fatto sempre arrabbiare Larry al videonoleggio, raccontando i finali dei film agli altri clienti, tra cui il ciccione giallo che reagisce arrabbiatissimo, citando una frase del Pianeta delle Scimmie, il flm che Darwin, Anais e Gumball gli hanno rovinato. In una giornata storta, i Watterson hanno solo bisogno di una buona pizza...ma Larry non ne può più, e si licenzia. Larry infatti è l'uomo che fa funzionare l'economia della città, e quando si licenzia da tutti i suoi lavori, è l'apocalisse ad Elmore, e molti abitanti formano una gang contro i Watterson. Divertente vedere che anche il signor Small faccia parte della gang, ed è arrabbiatissimo perchè è finito il tofu. Alla fine, i Watterson ritroveranno Larry e un finale finto buonista e molto sadico è dietro l'angolo. Non un episodio eccellente, ma devo dire che è piuttosto divertente, anche se l'idea dell'apocalisse è ispirata all'episodio The Job(Speedy Pizza), sempre a tema pizza, ma superiore a questo. Voto: 7/10

Io detesto il Natale (leggete qui per sapere perchè), e mi dispiace dirlo, ho detestato anche l'episodio natalizio di Gumball del 2012(so che a molte persone che leggono questo blog non piace per niente My Little Pony: l'amicizia è magica, ma l'episodio natalizio di quella serie era di livello decisamente più alto e meno scontato di quello del gatto blu!), troppo infantile per il livello satirico e ironico della serie. Ed ecco qui che spunta un episodio che prende in giro il Natale! Siamo a gennaio, ed è un mese triste e cupo, perchè le festività sono finite e si è tornati alla noiosa routine. L'episodio è narrato da Sir Derek Jacobi, un famoso attore teatrale gay inglese (ricordiamoci che molti personaggi di Gumball, in particolare gli adulti, sono doppiati da britannici e non da americani). Jacobi fa un lavoro eccellente nel raccontare la storia di Snuzzle Tag, una presa in giro del Natale inventata dal trio Gumball, Darwin e Anais. Durante questa festività, un personaggio metallaro porta regali alle persone, salendo su dai gabinetti. Gumball, Darwin e Anais fanno credere a tutta la città che questo personaggio esista, e addirittura versano il latte giù dal wc perchè il loro beniamino lo beva. Poi, Gumball, va in giro per la città, nascondendosi nei gabinetti e facendo uscire i regali. Ma lui, Darwin e Anais vengono beccati dalla signorina Scimmia, e Gumball è costretto a confessare a tutti che Snuzzle Dude non esiste ed era una sua invenzione. L'episodio finisce con una morale piuttosto veritiera, e a mio avviso anche deprimente: ad alcune persone piacere credere alle bugie per vivere meglio. Io non sono di queste persone, però già il fatto che una morale così sia resa esplicita in un cartone per bambini è una buona cosa. Questo episodio mi è piaciuto molto per la critica al Natale, è questo che voglio (vogliamo) da Gumball: una critica alle banalità della cultura pop e del mondo occidentale. L'ha già fatto con Internet, ora l'ha fatto con le festività commerciali e a comando. Ottimo lavoro. Voto: 9/10
P.S.: questo è l'ultimo episodio di Gumball per il 2014.
P.S. 2: riguardo all'articolo che vi ho linkato, l'ho scritto un anno fa e ne sono tuttora orgogliosa, tranne per quello che ho scritto sugli scimpanzè. Lasciate perdere quando li ho nominati, ora mi sembra sciocco odiare un animale brutto così tanto.

E per oggi è tutto! Spero che queste recensioni vi siano piaciute! Oggi mi godo un po' di relax, ma ho le giornate impegnatissime tra tirocinio, lezione e studio e quindi non posso stare sempre appresso al blog. Mi dispiace, perchè adoro scrivere recensioni. Ho anche iniziato a vedere C'era una volta...Pollon ed è un cartone stupendo e che fa morire dal ridere, non sembra affatto datato! Però vedendo il terzo episodio, ho avuto una sensazione di dejà-vu, infatti mi ricordo che da piccola stavo guardando il cartone a Messina con mio padre. Comunque sia, ho già visto i primi 20 episodi, è una serie piacevolissima e se non l'avete vista, la consiglio a tutti! 
Ungreatful Paul vi chiede scusa, ma ha la connessione limitata e non riesce ad usare internet per vedere Pollon e fare i riassunti.
Ma torniamo a Gumball:avete visto questi episodi? Se sì, che ne pensate? Se vi va potete anche scrivere una vostra opinione generale sulla serie (a patto che sia argomentata, opinioni come "bellissima" o "bruttissima" non valgono)!
Bene, ci si rivede!
-Petralia Alaskana-
 

2 commenti:

  1. Purtroppo questi episodi non li ho ancora visti.
    Mi fa piacere che ti sta piacendo Pollon, è qualcosa di davvero unico. Quando l'hai finito ti consiglio Nanà Supergirl che è dello stesso autore (sempre se tu non l'abbia visto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non l'ho ancora visto Nanà Supergirl, so che è sempre demenziale. Ho trovato gli episodi su Youtube anche di quello, speriamo non siano "specchiati"...sennò devo metterli a posto. Per fortuna gli episodi di Pollon li ho trovati giusti, così non ho dovuto editarli ;)

      Elimina