sabato 21 dicembre 2013

Lilo & Stitch (2002)

Lilo & Stitch (2002)

Lilo & Stitch è uno dei miei classici Disney preferiti, ma, è anche uno di quelli che ho visto meno volte in assoluto. Tuttavia, il ricordo di questo film mi è rimasto sempre vivo in mente, grazie anche alla divertente serie televisiva e ai vari sequel andati in onda sul Disney Channel. E ovviamente grazie anche ad un memorabile adattamento a fumetti uscito nel luglio 2002, quando avevo otto anni.
Martedì sera ero a cena da due amiche e ne abbiamo approfittato per rivedere il film... è stato bello come me lo ricordavo!


Stitch è un esperimento (il numero 626) creato da uno scienziato pazzo e stupido chiamato Jumba. Per questo motivo, Stitch è pericoloso e quindi, secondo la presidentessa della federazione Galattica, deve essere mandato in esilio, ma Stitch prende una navicella spaziale e scappa...finendo all'isola di Kauai, nelle Hawaai, ovviamente sulla terra, un posto dove le zanzare sono in via di estinzione. Saputo questo, l'alieno Jumba, insieme al ciclope Pilkey vanno sulla terra pronti a riprendersi l'esperimento.
A Kauai vive Lilo, una ragazzina orfana che vive con la sorella maggiore Nani e che balla la hula e per il dolore tende a chiudersi nel suo mondo e ad essere ostracizzata da quelle smorfiose delle sue "amichette". Lilo inoltre ama la musica di Elvis e vorrebbe un amico, "l'angelo più bello" e lo troverà in un simpatico mostriciattolo blu al canile, adottandolo ufficialmente (dettaglio apparentemente scontato, ma che alla fine tornerà utile).
Da questi presupposti parte la storia di Lilo & Stitch: i due, una ragazzina triste e sola e un esperimento da tutti giudicato come pericoloso, fanno amicizia. Il film nella prima parte è pieno di momenti divertenti e azzeccati: come il biberon pieno di caffeina di Stitch, la rana (apparentemente) stupida, il turista a cui cade sempre il gelato (e che diventerà poi una gag ricorrente nella serie animata), il disegno con la parte buona e la parte cattiva (da diminuire) di Stich, ma la migliore di tutte è Lilo che fa le foto ai turisti. Jumbaa e Pilkey sono divertenti, ma la loro personalità verrà sviluppata al meglio in seguito. Pilkey mostra di essere già piuttosto gay, vestendosi da signora e fingendosi la moglie di Jumbaa.
Ma Lilo & Stitch è al contempo un film triste: il rapporto tra Nani e Lilo è realistico e anche drammatico, infatti Nani prova a fare la brava sorella maggiore, ma ha risultati pessimi... tanto che lei e la sorella sono seguite da un assistente sociale, la "testa di rapa" Cobra Bubbles. Inoltre Nani, per colpa di Stitch, viene licenziata da un locale per turisti in cui lavora con il suo amico David, che è innamorato di lei.
Memorabile e anche sconcertante la scena in cui Lilo si chiude in casa, mettendo i chiodi alla porta e ascoltando Elvis, dicendo di voler essere lasciata a morire da sola. Toccanti anche la fiaba del Brutto Anatroccolo (che alla fine trova i suoi veri genitori) e la foto con mamma, Lilo, papà e Nani che Lilo stessa tiene sotto il cuscino e non vuole che nessuno la tocchi.
La seconda parte del film è molto veloce e dinamica. La distruzione della casa da parte degli alieni,  è il momento più drammatico e solo adesso realizzo di quanto inconsciamente nell'estate 2002 (dopo aver visto il film) avessi paura che la mia casa al mare andasse a fuoco. In seguito, Gantu, un altro alieno del pianeta di Jumbaa e Pilkey, rapisce Lilo & Stitch, ma Stitch riesce ad uscire dal vetro (senza romperlo) e chiamare aiuto...
La sequenza di rincorsa tra l'astronave aliena di Gantu e il camion di Stitch è molto movimentata, spettacolare, molto divertente e adrenalinica.
Il lieto fine ovviamente è assicurato, come in ogni film Disney, ma per una volta non c'è nessun vero cattivo e si scopre che Jumbaa in fondo era un idiota, e infatti lui e Pilkey andranno a comporre l' Ohana (la famiglia) di Lilo, Stitch e Nani. Stitch, grazie al certificato di adozione resterà sulla terra...ed è solo l'inizio di tante altre avventure. Il film infatti ha aperto la strada ha 3 sequel (di cui io ho visto Provaci ancora Stitch! e Leroy & Stitch), un'interessante serie animata (adoro 625 e Hamstervile!),degli strani crossover con Ricreazione, Kim Possible e La Famiglia Proud, nonchè, inoltre, una serie giapponese (che però mi rifiuto di vedere, dato che è una riscrittura del personaggio) chiamata Stitch!.
L'animazione del film è di qualità buona, Stitch è veramente pacioccoso e coccoloso (lui dice che si piace coccoloso), e gli sfondi acquarellati sono un esperimento molto interessante mai fatto prima in casa Disney e pure delizioso da vedersi. Invece è un po' deludente l'animazione delle onde nella scena del surf di Nani, David, Lilo & Stitch. Le onde potevano essere fatte meglio, dato che la qualità di animazione di queste è piuttosto bassa e televisiva.
Il film è pieno di canzoni di Elvis e di qualche canzone hawaiiana che ho trovato buone ma non di sicuro le mie preferite.
In conclusione Lilo & Stitch è un ottimo film di animazione che piacerà sia a grandi che piccoli (è scontato dirlo, ma è così) e che si fa ricordare facilmente anche dopo tanti anni dalla prima visione. Consigliatissimo!
Voto: 9 e mezzo/10

2 commenti:

  1. Ho adorato Lilo & Stitch
    All'epoca fu una fresca innovazione per la Disney.
    Piaceva perchè trasmetteva tante emozioni vere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, non è il solito musical con principi e principesse.
      Tra l'altro, il regista di Lilo & Stitch, Chris Sanders ha anche diretto Dragon Trainer, che devo ancora vedere, ma appena lo vedo mi sa che lo recensisco! ;)

      Elimina