venerdì 15 marzo 2013

Recensione dei PONY.MOV

ATTENZIONE: IL PRODOTTO RECENSITO IN QUESTO TOPIC NON E' ADATTO A BAMBINI PICCOLI, PERSONE MORALISTE, SENSIBILI O FACILMENTE IMPRESSIONABILI. PURTROPPO HO DOVUTO DESCRIVERE CERTE GAG NELLA LORO CRUDEZZA, QUINDI SE VI INFASTIDISCE, NON LEGGETE (NON CI SONO IMMAGINI STRANE, PERO').
Dopo una lunga assenza (si prega di inserire demotivational poster qui) sono tornata in campo e oggi si parla di...pony! Okay...non fate quella faccia, so che a molti (me compresa, nonostante abbia un amico brony) il fandom non piace ed è anche per colpa del fandom più estremo se mi sono allontanata da un cartone discreto, che, per colpa dei fan ossessionati, mi è risultato un po' antipatico.
Però, credeteci o no, anche nel fandom di My Little Pony: l'amicizia è magica qualcosa di buono c'è. No, non sto parlando di John Joseco e dei suoi disegni mediocri, ripetitivi e con lo stesso stile della Faust, bensì dei cartoni animati in flash realizzati da Max Gilardi (hotdiggedydemon).
La serie PONY.MOV, spin-off "adulto" del famoso cartone, è stata edita sul canale Youtube di hotdiggedydemon e consta di 7 episodi... sei dedicati a Twilight Sparkle & co, e uno speciale dedicato al draghetto Spyr...pardon, Spike.
Sono usciti altri tre cartoni non collegati alla serie, due panel cartoons e un mini cartone dedicato ad Applejack, ma non li recensirò.

Dunque, PONY.MOV è una serie che ha riscosso un enorme successo e seguito...è veramente un capolavoro dell'animazione online? Analizziamo ogni singolo episodio per scoprirlo!

1) APPLE.MOV