domenica 30 settembre 2012

Le follie dell'Imperatore (2000)

LE FOLLIE DELL'IMPERATORE (2000)
Quando ero piccola, i miei film Disney preferiti erano quelli con protagonisti animali (più o meno antropomorfi), invece, quelli con protagonisti umani, non mi attiravano molto, e li avrò guardati, una o due volte. Devo essere sincera, i film delle Principesse (a parte Aladin, anche se i primi 15 minuti di questo erano un po' noiosi) mi stavano un po' antipatici, forse perchè mostravano alle bambine un modello sbagliato di donna: le ragazze devono trovare marito e sposarsi (direi annullarsi) nel matrimonio. Quando uscii Le follie dell'Imperatore al cinema, nella pasqua del 2001, ignorai totalmente la sua esistenza, e anche i miei genitori, a quanto pare.
A quell'epoca avevo sette anni e non mi ricordo molto di quel periodo. Poi, nel luglio 2002, eravamo in Sicilia, e un gruppo di amici locali prenotò un autobus per andare ad Etnaland. Purtroppo la gita fu un vero disastro, e non potemmo entrare nel parco acquatico per colpa delle piogge. Durante il viaggio (in Sicilia le distanze sono grandi, un po' come se fosse una piccola Australia)guardammo La carica dei 101 e anche Le follie dell'Imperatore. A dire il vero, non so se quest'ultimo lo vedemmo del tutto, dato che sono passati ormai dieci anni. Il film per un po' lo dimenticai, per via della mia passione per i cartoni con animali, oltre al fatto che su Disney Channel avevo beccato qualche spezzone di A scuola con l'imperatore, e, anche se non avevo visto un episodio intero, devo ammettere di aver avuto qualche pregiudizio, e etichettai Kuzco subito come antipatico. Poi, dimenticai di nuovo il film,e, arrivata a quest'anno finalmente lessi (e sentii dire) che era una storia che valeva la pena, quindi mi recai nella Mediateca della mia città a prendere il DVD. E devo dire che è uno dei film d'animazione più soddisfacenti, se non il più soddisfacente, in questo 2012.

Ambientato in America del Sud, prima della colonizzazione spagnola, ma con alcuni dettagli anacronistici (lo scoiattolino Bucky e il bar), e precisamente tra gli Incas, la storia racconta di Kuzco, un egocentrico imperatore di quasi 18 anni. Kuzco pensa solo a sè, quando gli mostrano le sue promesse spose lui le critica in maniera esilarante e poco gli importa se per costruire il suo villaggio vacanze Kuzcotopia deve far traslocare a forza degli abitanti di una montagna (tra cui un buon uomo, Pacha). Ed ecco che qui arrivano due cattivi, a dir poco esilaranti, di sicuro i villain più divertenti della Disney: la cattiva Yzma e il suo tonto e irresistibile servitore Kronk, un ragazzo muscoloso e giovane. Yzma vuole avvelenare Kuzco con una fiala e prendere il suo posto, ma, per colpa,anzi, per merito di Kronk, il giovane imperatore viene trasformato in un lama. (E questo può far pensare alle Metamorfosi di Apuleio, dove il protagonista, un giovane di Patrasso, viene trasformato in asino). Kronk allora butta in un sacco il lama Kuzco e lo fa scendere per una cascata, il sacco però cade accidentalmente nel carretto di Pacha, che si sta dirigendo nel suo villaggio. Quando Pacha e il lama Kuzco si incontrano, quest'ultimo pregherà il primo di riportarlo al villaggio. Ma anche Kronk fa scoprire indirettamente a Yzma che Kuzco è vivo: "Dimmi quelle parole... Kuzco è morto!" dice Yzma "Mmm...veramente" risponde Kronk e quindi i due decidono di partire alla ricerca del lama imperatore. 
Il viaggio, detto così, potrebbe sembrare la parte meno interessante del film e quindi renderlo poco attirevole, e invece no: fino alla fine il film risulta pieno di gag nuove, interessanti e imprevedibili, e soprattutto NON è un musical (anche se originariamente doveva esserlo e doveva intitolarsi Kingdom of the Sun, con le canzoni di Sting), cosa assai rara per un film Disney, che di tradizione rispetta sempre il solito schema (ed è per questo che preferisco di gran lunga le serie animate Disney, sì, anche quelle di fine anni '90 per bimbi e anche Ducktales, purtroppo tanto vituperato da certi nerd). Questo film è un cartone fatto DA adulti PER adulti, ma senza avere volgarità sessuali ed essere godibile anche ai bambini. Comunque chiunque l'abbia visto da bambino, secondo me deve rivederlo da cresciuto, per cogliere le gag che si è perso. Ecco un po' di gag assai riuscite: Kuzco che balla il Moonwalk all'inizio del film, la gag delle pretendenti, il vecchietto buttato     
giù dalla finestra (e che si salva), lo scoiattolo con il palloncino, e Kuzco e Yzma che ballano saltando la corda, il cartello che vieta l'entrata ai lama. Ma forse ho rivelato anche troppo. Il film fa davvero ridere (come Madagascar 2, ad esempio), e lo dice una che non ride quasi mai vedendo un film (nonostante io ami la fantasia). Ad ogni modo, il film dà il suo meglio quando prende alla berlina i vari clichè dell'animazione, come ad esempio la caduta dalla cascata (il lama Kuzco dice:"è un classico") e i due angioletti sulla spalla di Kronk. Finalmente un film in cui il cattivo NON muore (che palle vedere sempre il cattivo cadere dall'alto), ma viene comunque punito, in modo assurdo e surreale. Per quanto riguarda i personaggi, sono tutti ben caratterizzati: Pacha e la sua famiglia possono anche esistere davvero per quanto mi riguarda, Kuzco potrebbe sembrare una macchietta...ma in lui c'è del buono (senza cadere nel melenso), i cattivi LI AMO, fanno morire dal ridere e grazie al cielo Yzma rimane in vita, sarà forse perchè anche gli autori si erano affezionati a lei?Comunque, nel film sono presenti due canzoni, la prima all'inizio e serve a presentare Kuzco 
e l'ultima nei titoli di coda si intitola My funny friend and me. Il primo pezzo è buono, il secondo invece piuttosto dimenticabile, e lo dice una che apprezza ogni genere di musica (tranne la maggior parte del teen pop). Per quanto riguarda le animazioni dei personaggi, sono buone, non ai livelli dei cortometraggi degli anni '30. Mi piace anche il loro design, non molto disneyano, ma più conforme agli standard dell'animazione occidentale. Purtroppo una critica all'aspetto della moglie di Pacha: lei sembra uscita da Hercules, non ha niente di Incas, ma è soltanto un dettaglio.
Insomma, un film che convince appieno proprio per il suo essere, grazie al cielo, fuori dai soliti schemi, e quindi, anche se la Disney vi ha stufato per il resto, lasciate perdere il castello della Bella Addormentata e il logo del Topo (del resto anche LOST e della Disney, lo sapevate?), e godetevi questa fantastica commedia animata con chiunque abbia conquistato la vostra amicizia. Tutti troveranno qualcosa di buono in questa storia. 
Voto:10/10

3 commenti:

  1. nel gioco se non ricordo male la tua missione era quella appunto di ritornare ad essere un umano, e dovevi farti tutta la storia come il film. Avevo 7 anni quindi non mi ricordo molto bene, ricordo solo che quando morivi c'era la scena che c'era nel film quando Izma dice davanti ad un pubblico che Kusco è morto proprio il giorno del suo 18esimo compleanno xDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche in quello di Bug's life quando morivi c'era una scena cupa del film dove la cavalletta Hopper e le altre cavallette avevano conquistato il formicaio. Quali altri giochi disney avevi? Lo so, come videogiochi erano fatti apposta per bambini, quindi adesso potrebbero risultare semplici e ripetitivi, ma io amavo anche quello di Mulan (anche se non ho mai visto il film), Hercules,la Sirenetta e mmmm non mi ricordo.
      P.S: uffa il prossimo episodio di Gumball è il 23 ottobre!!! Cmq è lo special di Halloween
      P.S. II: scusa la mia ignoranza, ma le tempere vanno bagnate con l'acqua o no? E gli acrilici? Perchè ho in serbo una sorpresa

      Elimina
    2. I giochi della disney avevo timon e pumba, topolino, paperino e pippo (3 diversi), poi non ricordo di averne altri della disney =)

      P.S. si, non vedo l'ora....!!! <3
      P.S. Sia le tempere che gli acrilici vanno bagnati a seconda di quello che vuoi ottenere. Le tempere le puoi diluire quando vuoi ottenere un effetto tipo acquarello come anche l'acrilico. Più vuoi ottenere un colore più trasparente più acqua ci metti, se lo vuoi scolorire metti anche un po' di bianco. La differenza sostanzialmente sta nel legante con la materia colorante e l'acrilico è molto più brillante =) in fatto di tempi di asciugatura sono più o meno uguali. Wow, cosa vuoi fare?? =DD <3

      Elimina